Gianpaolo e l’energia degli scarti

Per il quinto episodio di Taste of Volvo vi portiamo alla Masseria del Duca, un'azienda agricola proiettata nel futuro


“Dobbiamo lasciare ai nostri figli il mondo così come ce l’hanno lasciato i nostri genitori” afferma Gianpaolo Cassese, titolare della società agricola proprietaria della splendida Masseria del Duca e protagonista del quinto episodio di Taste of Volvo con XC60.

Tornato in Puglia dopo l’università, questo giovane imprenditore ha iniziato a lavorare per la sua azienda, prendendone le redini dal padre dopo diversi anni di gavetta. 400 ettari, di cui 200 di uliveto con 40.000 ulivi secolari, una stalla con 250 bovini e un allevamento di galline ovaiole da 60.000 uova al giorno sono i numeri che oggi rappresentano una realtà unica in Puglia, trasformata grazie a una scommessa, vinta, nata nel pieno della crisi globale che una decina d’anni fa aveva colpito duro, in particolare il comparto agricolo.

Si trattava di trasformare un’azienda agricola tradizionale in un’organizzazione proiettata nel futuro, così l’adozione di sistemi tecnologici sarebbe stata la soluzione, attraverso due obiettivi, la riduzione dei costi di gestione e l’azzeramento dell’impatto ambientale. In questo modo Gianpaolo, superando ostacoli burocratici e finanziari, è riuscito a realizzare quello che è stato il primo impianto di biogas dentro un’azienda agricola in Puglia, trasformando tutti gli scarti, potenzialmente inquinanti, in una risorsa. Attraverso la naturale fermentazione anaerobica dei sottoprodotti di lavorazione viene prodotta energia elettrica, utilizzata per coprire il fabbisogno aziendale e ceduta per la sua eccedenza alla rete. In questo modo la produzione non contamina l’ambiente, con zero scarti e zero emissioni nell’atmosfera.

I prodotti della Masseria del Duca? Un eccellente olio extravergine d’oliva, va da sé, ma anche deliziose bontà dal caseificio, con trenta formaggi lavorati quotidianamente, tra i quali le mozzarelle annodate a treccia, i caciocavalli (freschi, stagionati o affumicati), il cacioricotta e molti altri, sia a pasta molle, sia dura o filata. Il re tra tutti questi è però il Don Carlo, annoverato tra i migliori formaggi d’Italia: prodotto con latte vaccino crudo ottenuto con caglio di capretto, è a pasta dura e finemente granulosa, stagionato per circa un anno, durante il quale la crosta è massaggiata con l’olio extravergine d’oliva della Masseria, in modo da conferire alla forma una colorazione dorata e un aroma inconfondibile. Una vera e propria bontà, da assaggio e meditazione.

Contatti

MASSERIA DEL DUCA

Località Monti del Duca, Crispiano (TA)
099.5612419
info@inmasseria.it
www.inmasseria.it

ADV

Leggi anche


Stefano e il mulino da salvare

Marco Colognese il 16 nov 2018

Una Rossa per cena

Davide Paolini il 26 set 2018

Cara mi costò quella acciuga

Davide Paolini il 14 set 2018