Davide Paolini ®
Sei in: Home Risotto in cascina
Libri
14/08/2014

Risotto in cascina

Alla Cascina San Giovanni l'ingrediente principe dei piatti è il riso prodotto dalla tenuta stessa

Tante sono le cascine sparse per il territorio lombardo, di cui spesso si dimentica l'importante realtà agricola, ma per farle "rivivere" ci vogliono coraggio, idee, tanta passione e mezzi economici. Che una nuova vita sia nata nella Cascina San Giovanni di Olevano di Lomellina (Pavia) lo si avverte non appena si varca l'ampio portone e si viene contagiati dalla padrona di casa: Cristina Sartori. La cascina è uno splendido esempio di architettura rurale dali antichi fabbricati del sette/ottocento (circa 2.000 mq. di tetti alla piemontese), ben conservati da previdenti interventi nel tempo.

Ebbene questa è la cornice, ma come riempire il quadro? Prima di tutto il prodotto tradizionale: il riso, tipico delle cascine della Lomellina, ma l'azienda agricola San Giovanni, oltre al tradizionale "Carnaroli" (principe dei risotti), produce il riso nero integrale della Lomellina da agricoltura biologica (non scuoce ed è ricco di vitamine e sali minerali). Quindi la trasformazione degli antichi edifici in sale per banchetti e una parte in camere dell'agriturismo.
A quadro mancano ancora due attrazioni della Tenuta: il museo di arte e tradizione contadina e il ristorante "Alla Corte di Leone" che benificia di molti prodotti a metro zero (gli animali da cortile scorazzano davanti alla porta).

Ai fornelli un giovane cuoco, Fabrizio Ferrari, che ritocca con grazia qualche piatto tradizionale con ingredienti esogeni (direi tratti dagli chef mediatici) a cominciare dal risotto zafferano, midollo, dove aggiunge polvere di caffè e nel patè con aggiunta di cioccolato fondente. Il risotto ha comunque ottenuto il plauso dell'esigente presidente della Confraternita del risotto di San Nazzaro di Burgundi.
La creatività dello chef comunque emerge in una riuscita e originale lingua tostata, sedano rapa, bagnetto verde e colatura di alici, in una eccellente faraona in due cotture e in un cremino di zucca con mousse di taleggio (servito tiepido). La mousse di cioccolato all'antica è molto golosa (la ricetta è della madre di Ferrari).
-
ALLA CORTE DI LEONE
Via Umberto I, 11
Olevano di Lomellina (PV)
T. 0384.51093
W. www.leonedilomellina.it



Lascia un commento

Pietro Bolognesi (3 anni fa)

Pregevole sintesi che evidenzia adeguatamente la creatività del "giovane chef",il Risotto era veramente un R I S OT T O,cordiali saluti ,Pietro Bolognesi Presidente della Confraternita del Risotto di Sannazzaro de' Burgondi (PV)

Torna alla homeTorna alla Home

Cerca

Top