Davide Paolini ®
Sei in: Home Panettone, e mò con cosa ti abbino?
Editoriale
15/12/2015

Panettone, e mò con cosa ti abbino?

A parte il vino, con cosa si può accompagnare il lievitato?

È davvero riuscito lo sposalizio panettone (tradizionale) con uno spumante aromatico e poco alcolico o con un vino da dessert, come vorrebbe l’accostamento predicato per “analogia”? Ebbene, dopo aver divorato tanti panettoni, non sono convinto che questo “dolce” sia adatto all’abbinamento divenuto tradizionale di bollicine, con cui molti chiudono il pranzo delle feste.

Boccio qualsiasi tipologia di vino, il panettone vuole altro, ma cosa? Confesso di brancolare ancora nel buio, anche se gustando un panettone con uvette passate nel rum, mi si è accesa una lampadina: se fosse un distillato, come appunto il rum, a costituire la compagnia ideale della fetta golosa? Oppure se davvero il gelato, fedele partner estivo del “Pan de’ Toni”, possa essere uno sposo perfetto anche in inverno? O una crema, magari da far seguire a una tazzulella e’ cafè? E se invece fosse una birra?

Insomma, bisogna sperimentare in questo periodo di feste con tanti panettoni a disposizione. Allora, cari gastronauti, vi lancio un invito: scriveteci cosa preferite abbinare, qual è secondo voi l’abbinamento perfetto per il lievitato più cult del Natale?



Lascia un commento

Jean-Georges (2 anni fa)

Con un ottimo tè EarlGrey, se lo mangio a merenda (per me il momento ideale per gustare il panettone), con un English breakfast a colazione (altro momento giusto per il panettone). Come dessert, preferisco uno spumante aromatico rosso come Brachetto o Matisse (ottenuto da uve Moscato di Scanzo ), bocciato ...

Daniele Conti (2 anni fa)

io ci abbinerei un rum old fashioned: 4,5 cl. rum "presidente 15 anni", 1 cl. sciroppo homemade al cacao, una spruzzata di chocolate bitter ed in fine una goccia di olio essenziale bio di arancia, miscelato su ghiaccio, una delizia!!!!

Mauro Pazzini (2 anni fa)

L'ideale è un icewine canadese

wally (2 anni fa)

zuppa di latte :-)

Mario Arcangeli (2 anni fa)

Carissimo e Bravissimo Paolini tu ci insegni che c'è panettone e panettone, ce ne sono alcuni artigianali fantastici, che potrebbero essere addizionati dopo il taglio con la crema di limoncello, o alternativamente diverso ad un Dranbuiè gelato - buone feste

Mario Arcangeli (2 anni fa)

Carissimo e Bravissimo Paolini tu ci insegni che c'è panettone e panettone, ce ne sono alcuni artigianali fantastici, che potrebbero essere addizionati dopo il taglio con la crema di limoncello, o alternativamente diverso ad un Dranbuiè gelato - buone feste

filippo (2 anni fa)

Sono banale: zabaione caldo al marsala. Si confermo di aver scoperto l'acqua calda ma per me è impareggiabile.
PS ... il panettone di livello superiore dlle mie parti è quello tradizionale di Luca Mannori (Prato).

Michele (2 anni fa)

Una birra (imperial) stout, un barley wine o una trappista tipo Rocheford 10 o La Trappe quadruple oak aged o infine una saison d'inverno con un bel corpo

Luca Celoria (2 anni fa)

Anche una buona birra artigianale natalizia potrebbe essere un'idea. Ovviamente abbinata per affinità rispetto alle caratteristiche del panettone stesso...

Alfredo Angiolelli (2 anni fa)

Zibibbo, Malvasia, Vin Santo, Marsala all'uovo e simili...!

Annina (2 anni fa)

Io lo taglio a fette e lo metto sotto la griglia del forno.Panettone biscottato con accanto una creme fraiche e confiture di fragole........

fabio (2 anni fa)

in linea con Michele ma abbinandovi....Rother Panther 7,5%alc vol. birra rossa medio corpo ed aromatica prodotta da HerrnBrau/Ingolstadt(germany). Perfetta per ogni tipologia anche con farciture!

Gastronauta (2 anni fa)

Mi fa piacere leggere tanti commenti variegati , sono contento non vi fate convincere dagli abbinamenti scontati . Vedo molte birre perchè no , ma voglio darvi un'indicazione che ho mancato , mi riferisco ad un panettone artigianale con canditi e uvetta , non ad altri . Dai continuate . E' bello sperimentare poi decidere di testa propria . Buon panettone a tutti

Corrado (2 anni fa)

Lo valorizzerei con una mousse al torrone

toninonobile@gmail.com (2 anni fa)

Vino: Verdeca.
Pe fé na bòun' a verdòich' nge vòul: la malvasì, u grììch, u biangh lasse e nu pìcch de muscòit. Se taggh l'uva bèlla matur' e dòlc, quann se mèttjnd' o vòten se jascenòisc. Quànn arriv' a la còis, s'immòcch chioin, chiòin u vòten e jègn u must ca se chiamen le làrm; cuss se còul da la zetèll pe lue tutt u medùdd. Pò se lass' a pusè pe na nòtt o dò. Pu zefòun se tir u must sènza falle ndurvelè e se feltròisc jnd' a le sacchitt fatt de tòil' a bèlla fìtt. Dò filtr se pass dò vòlt, pò se mètt jnd' a la dameggiòin a fermenté. Quànn s'abbacòisc, se pregnetòisc seno devènd acìt. Co fòisc la scecu marrò e melmàus, se lòiv, u must a va rumanì sèmb pulìt' e chiòir. La cann de la dameggiòin s'abbòggh pu nu stuzz de vòil, pe na fé sci le musquìdd o quaich' e ragn. Quànn u must na fèrv chiù (dopp S. Martin), s'à tappe la dameggiòin. Prim de natòil se tramùt a luna calante, se pòut accumenzè a bòiv. Alla mangànz de la lun de marz (cecìn a Pasqu), tànn jè dòlc' e frzzandìn, se pòut mbutteglè ci vòul fèu sfumànd. Le buttìggh a nà jèss chidd di sfumànd seno sccatten, se mette u tappe e la capezzèdd.

La Verdeca di Gravina
Per fare una buona verdeca è necessario: l'uva malvasia, il greco, il bianco di Alesano e un po' di moscato. Si pigia l'uva piano piano con le mani e il mosto che cola (la lacrima) si fa passare da un setaccio e si lascia posare in un tino per una notte e due giorni. Poi si filtra ancora per due volte attraverso una stoffa di cotone resistente a trama fitta e si mette in damigiane, dove si fa fermentare tenendo cura di lasciare le damigiane sempre piene e aperte. A fermentazione ultimata (S. Martino) si tappa e si lascia fino a Natale, anche se prima di tale data bisogna travasarla nel periodo della luna calante. Quando la luna di Marzo è nell'ultimo quarto è diventata già dolce e frizzante e potrebbe anche essere imbottigliata, per farne dello spumante.

carlo da roma (2 anni fa)

ciao Davide, parto dal tuo spunto sul Rum per dire la mia.
poiché viviamo in un contesto produttivo in cui l'offerta di Panettoni "fantasia" è veramente ampia e disinvolta, ritengo che ogni panettone(o quasi) vada accompagnato dal prodotto con cui meglio si coniuga.
per esempio il gelato....ma quale gelato (gusto) ; si potrebbero proporre creme al Marsala, se in presenza di uvetta; si potrebbe abbinare ad un moscato, se in presenza di frutta candita; e perché no un rum ,in presenza di castagne marinate.
quindi c'e' solo l'imbarazzo della scelta,
un caro saluto e buone feste
carlo di iullo

Arrigo (2 anni fa)

Vernaccia di Serrapetrona.
Sul panettone, abbondante crema di mascarpone, con rum e miele di corbezzolo.

Gastronauta (2 anni fa)

A tutti i gastronauti che stanno inviando gli abbinamenti: leggo il comunicato di una nota azienda di Vermouth che lancia per Natale lo sposalizio con il suo prodotto. Siete d'accordo o protestiamo? No al Vermouth ma si a cosa? Continuate a proporre, sono molte le soluzioni che mi piacciono. Hasta la vista companeros!

Gian Luigi (2 anni fa)

Con distacco, di tempo dall'ultima, in questo periodo ho fatto alcuni esperimenti di degustazione con distillati, segnalo quello che mi ha colpito maggiormente Uve Bianche (cito anche la distilleria Andrea da Ponte) come per i panettoni così per i distillati non sono tutti uguali.
Buon proseguimento!

Torna alla homeTorna alla Home

Cerca

Top