Meloni e angurie d'autore

L'azienda agricola Lorenzini rinfresca l'estate con frutti dolci e dissetanti


Lorenzini è uno che ci mette la firma sul suo lavoro, nel vero senso della parola. D’altronde è un’artista, ma non di quelli classici, muniti di pennelli e colori. Lui al massimo usa un aggeggio supertecnologico chiamato WELL-BRIX, che altro non è che un analizzatore non invasivo dei frutti. Perché questo fa l'Azienda Agricola Lorenzini Naturamica: meloni, angurie e pomodori.
Detta così non parrebbe nulla di eccezionale rispetto ad altre realtà del settore, se non fosse che di varietà di meloni ne coltiva cinque, di angurie due e chiude in bellezza con il primo e vero pomodoro datterino.


L'azienda si trova a Santa Croce di Sermide, in provincia di Mantova, con un secondo sito produttivo a Pachino (Siracusa) e lavora per offrire meloni gustosi per un ampio periodo dell'anno, da fine marzo a tutto dicembre. Ciò è possibile grazie alla coltivazione di varietà diverse per aroma, consistenza della polpa e periodo di ciclo colturale, abbinata a varie epoche di trapianto e tecniche. Tra le varietà c’è pure un melone d’élite, il King's Red, dalla polpa rossa e ricco in Licopene, sostanza dalle elevate proprietà salutistiche. Dolci e dissetanti anche le angurie Mignon e La Rossa, veri toccasana nelle giornate di calura estiva, come dolce e di scarsa acidità è il datterino, ottimo sul pesce e sulla pizza o semplicemente gustato a crudo. E se vi state chiedendo che c’entra la firma citata all’inizio, beh, quella di Lorenzini è scalfita sulla buccia di tutti i suoi meloni e angurie, accanto al numero di serie che, inserito nel sito dell’azienda, dà la possibilità di conoscere la storia del frutto.
-
LORENZINI NATURAMICA
Via M. Buonarroti, 15 
Sermide (MN) 
T. 0386 915279 
M. info@lorenzininaturamica.com
W. www.lorenzininaturamica.com                                    

ADV

Leggi anche


È tempo di frutta!

Federico Corabi il 14 mag 2019

Smoothies fragola e mango

Davide Campagna il 30 giu 2017

Stetoscopio per angurie

Davide Paolini il 25 lug 2016