Un vino vulcanico perfetto con il cinghiale

Abbiamo provato il Nerello Mascalese della cantina Reale Vini Etna


Già le parole presenti sull’etichetta evocano chiaramente il colore della terra sulla quale, ad una altezza di 700 metri sul livello del mare, vengono allevate le vigne dalle quali poi si ottiene questo ottimo Nerello Mascalese.

Supponete di trovarvi a sud del Parco dell’Etna, di poter ammirare una distesa di terrazzamenti intervallati da pietra lavica, di sentire il profumo dell’aria che giunge dal mare, di essere abbagliati da uno splendido sole giallo e di pensare alle significative escursioni termiche che ci possono essere tra il giorno e la notte che donano profumo e colore al vino. Ebbene vi trovate esattamente sul terreno da dove viene prodotto questo ottimo vino rosso.

La Cantina che lo produce facendo lavori in vigna senza l’utilizzo di mezzi meccanici, raccogliendo i grappoli a mano e senza usare alcun tipo di diserbanti è la REALE VINI ETNA. Ho abbinato questo vino “vulcanico” della Sicilia ad uno squisito piatto di Cinghiale di montagna accompagnato da polenta morbida nella quale ho “affogato” impietosamente numerosi tocchetti di formaggio d’alpeggio a pasta molle.

NERELLO MASCALESE – Annata 2015 Reale Vini Etna

  • Analisi visiva: rosso rubino intenso
  • Analisi olfattiva: frutta a bacca rossa, spezie
  • Analisi gustativa: tannini energici ma non ruvidi, spiccata mineralità, bella acidità che dona freschezza, lascia presagire una notevole longevità
  • Temperatura di servizio: 16°/18°
  • Acquistabile con l’app Enosocial® al prezzo richiesto dal produttore di Euro 16,00 per bottiglia (seguire le istruzioni in blue qui sotto)

N.B. Se sei una cantina e vuoi far assaggiare il tuo vino, scrivi a L'Arusnate: larusnate@enosocial.com

ADV

Leggi anche


A Milano Golosa anche il pubblico è di qualità

La Redazione il 22 ott 2018

Enoturista in viaggio a Diano D'Alba

Andrea Bianchi - L'Arusnate il 19 ott 2018

Com'è dolce il futuro

Davide Paolini il 18 ott 2018