Pizza e Prosecco: l'abbinamento di Denis Lovatel

Da oggi gli appuntamenti su bollicine e pizza


Prosecco e pizza: iniziano oggi gli appuntamenti dedicati alla combinazione di due dei prodotti simbolo del made in Italy nel mondo, in collaborazione con il Consorzio Tutela Prosecco Doc. Sarà un viaggio da nord a sud Italia, tra cinque pizzaioli che propongono la loro pizza ideale per l'abbinamento con le bollicine. Partiamo dal Veneto, terra del Prosecco, e andiamo da Denis Lovatel.

Sono ormai più di quarant’anni che Ezio Lovatel, in origine cuoco, ha aperto la sua pizzeria ad Alano Di Piave, piccolo paese in provincia di Belluno, praticamente ai piedi del Monte Grappa. Qui Denis, suo figlio, dopo aver lasciato una brillante carriera da manager che l’aveva portato in giro per il mondo, ha perfezionato una ricetta originale rendendola unica del suo genere. Distante dai canoni tradizionali della pizza napoletana, piuttosto soffice e con il cornicione morbido, quella di Denis è la “tonda crunch”, con un impasto leggerissimo che consente di ottenere una grande, piacevolissima croccantezza.

Per l’abbinamento con il Prosecco Doc, meglio ancora se in versione Extra Dry, Lovatel, il quale si definisce “pizzaiolo di montagna, ha studiato una pizza tutta incentrata sul territorio vicino e sulle sue eccellenze, dandole il nome di Tre Visioni: si tratta di una base bianca con fiordilatte, radici amare e chutney di Radicchio Rosso di Treviso IGP, mousse di Casatella Trevigiana DOP, porchetta anch’essa della Marca e con la nota croccante dei ciccioli.

Un’accoppiata che dimostra la grande versatilità di un calice che, con le sue bollicine, aiuta a pulire il palato tra un boccone e l’altro, preparandolo alla ghiotta fetta successiva.




ADV

Leggi anche


Pizza e Prosecco: l'abbinamento di Guglielmo Vuolo

Marco Colognese il 14 feb 2019

Hans, l'idraulico

Davide Paolini il 07 feb 2019

La Ribolla di Damijan, croccante e moderna

Davide Paolini il 04 feb 2019