Ciao, Bob

In ricordo di Bob Noto, maestro dell'immagine e grande palato


Ciao Bob, 
voglio ricordarti con il bicchiere in mano, poche settimane fa, quando al Circolo dei lettori di Torino, dopo aver presentato un mio libro con la tua solita arguzia e ironia, mi hai salutato. Forse il modo migliore per ricordarti, quello che tu sicuramente avresti apprezzato, è di alzare un calice di champagne. Lo faremo, ma con la nostalgia della tua mancanza! 

Mi sembra banale raccontare la tua sensibilità con la macchina fotografica perché tutti ti abbiamo sempre considerato il numero uno. Soprattutto hai dato il meglio di te in un video di presentazione del tuo amico Ferran Adrià, quando hai mostrato il gusto con l’immagine: un’operazione che non è mai riuscita a nessuno. Quel video mi ha segnato nel tempo perché mi hai trasmesso un momento del rapporto cibo/cervello a cui non avevo mai pensato. E sull’immagine sei stato un Maestro che non potremo dimenticare: il tuo cogliere i dettagli sarà d’insegnamento per molti che vorranno proseguire su una strada mai battuta che tu hai aperto.

ADV

Leggi anche


Fiori e aromi in una trattoria veneta

Davide Paolini il 21 mag 2018

Come si preparano gli arrosticini abruzzesi

Andrea Febo il 18 mag 2018

Resistenza in Trattoria

Davide Paolini il 17 mag 2018