Nostalgia da Bar Sport

All'Enoteca Marcucci di Pietrasanta si assapora l'atmosfera del buon mangiare e bere contemporaneo



La mia grande passione da provinciale militante è stato il Bar Sport, così non solo il libro di Stefano Benni è stato il mio diario, ma vivevo ogni giorno anch'io: la sala da biliardo, la mitica Luisona, i personaggi più strampalati (il Solitario, il Playboy, il Tuttologo, le Desperate Housewives). Oggi i biliardi sono più rari dell'Araba Fenice e la Luisona imbalsamata è ovunque, grazie al surgelato. Con tristezza, il "Bar Sport" non rappresenta più la contemporaneità. E chi attualmente ne fa le veci? In Versilia, dove ogni estate nascono nuovi modelli, ma possono un Twiga o un Fratellini's diventare degli archetipi? Il lusso straccione o il food porn non costituiscono un modello di imitazione, secondo i canoni del Sociologo Duesenberry; allora in mancanza di outsider la contemporaneità in questa era diventa l'unico, l'originale.

L'Enoteca Marcucci a Pietrasanta

Un'icona eccola, a Pietrasanta (Lucca), l'insegna recita "Enoteca Marcucci", ma si legge "Michele": un anfitrione inimitabile che scruta i tavoli utilizzando gli occhi a mo' di periscopio di un sommergibile, poi piomba come un falco a riempire i calici dei suoi ospiti con vini privi di fama che, ben selezionati però, fa diventare d'attualità (la cantina è da urlo!). Così come in ogni stagione presenta la collezione di sconosciuti: un salame con budello ricucito stagionato tre anni, la verticale di acciughe, i formaggi di capra, la bistecca che non è una bistecca, il pollo nostrale, ortaggi e verdure di Beppe, zuppa di fagioli, in barba al successo dei piatti birignao degli Chef & co. E li propone con un menù a computer, letto non in canto gregoriano come dagli stellati ma da <<Ch'è bevi... Ch'è ti porto>>.


Alle 20 di ogni sera ciak si gira: i clienti arrivano affannati, vogliono sedere in prima fila come alla Scala, in mostra per lo struscio. Certo, ci sono anche i vip o presunti tali (ma non convoca i paparazzi), Michele è distratto da <<Ch'è bevi>> alla compagnia del sorso lungo, agli armigeros, al signorino (personaggio dell'anno), allo scienziato, a Nostra Signora della Versilia; che siano i nuovi personaggi che con allegria, risate e vini da scoprire, facciano rivivere i modi (non la moda) del futuro?

Contatti

L'ENOTECA MARCUCCI

Via Garibaldi 40, Pietrasanta (LU)
0584.791962
enotecamarcucci@gmail.com
www.enotecamarcucci.it

ADV

Leggi anche


Il chiosco superstar

Davide Paolini il 24 apr 2018

Che Pinot Nero in Toscana!

Davide Paolini il 17 apr 2018

Al Vinitaly debutta The Wine Collection

La Redazione il 14 apr 2018