Una cucina di mare in Franciacorta

Il ristorante Da Nadia sbarca a Erbusco



Cambia la location, ma la cambusa rimane la stessa. A scorta non mancheranno mai i sapori di casa e famiglia, romagnoli/molisani, che hanno un posto fisso e insostituibile in dispensa, così come le eccellenze del nostro Bel Paese, selezionate anche in vacanza per esaltare la sua cucina di mare. Rimarrà sempre vuoto, in attesa del pescato del giorno, tutto il resto dello spazio perché quello che la contraddistingue da sempre, e ovunque abbia lasciato la sua impronta, è la qualità e freschezza degli ingredienti, che arrivano soprattutto dal mercato di Chioggia nel cuore di ogni notte.

Un arredamento elegante e una personalità vulcanica

Verrete accolti con la solita familiarità nel suo nuovo elegante salotto, all’interno di un altrettanto affascinante cascinale del XV secolo. Un luogo così era l’unica nota mancante alla melodia delle sua storia ed è quindi un sogno che si realizza, con una nuova sfida che solo lei poteva intraprendere a quest’età, che ovviamente non si dice. E per non farsi mancare nulla si apre anche a pranzo. Che vulcano in piena! Una personalità forte e anche esuberante, che riempie di colore tutto e tutti. È lei la regina della cucina e della sala e i suoi collaboratori, ma anche gli ospiti, sono semplicemente travolti dalla sua passione e dedizione, che esplode anche nei piatti.

I piatti intramontabili

Che si tratti di portate intramontabili, come la zuppa di pesce e crostacei servita in tegame di terracotta con obbligo di bavaglia, scarpetta e abbandono al più puro piacere, o di piatti più articolati, come gli scampi in crosta di farina di riso con purè di patate e tartufo nero di stagione, il filo conduttore è sempre il sapore della sua terra natale, l’utilizzo di pochissimi ingredienti e le cotture più semplici. È pura materia, diretta e concreta, senza bisogno di inutili tecnicismi. Gratinato, fritto, grigliato sul carbone, al vapore, crudo e in guazzetto. Questo è quanto basta a far battere il cuore.

Cosa abbiamo mangiato

Al resto ci pensa il fuori menù, da non perdere perché il tema lo decide il mare ancor prima di Nadia.
In quest’occasione uno splendido spaghetto cacio e pepe con scampi crudi, appena scottati dalla pasta stessa, con un caciocavallo molisano semplicemente inebriante e, tra i secondi, ricciola con panure ai pistacchi accompagnato da purè. E se sono arrivate anche le prime moeche come poterci rinunciare?  Tornando agli intramontabili mai farsi mancare i suoi lupini, da gustare rigorosamente con le mani. Chiudiamo in freschezza con semifreddo al lime, sedano, tequila e polvere di liquirizia, e pasteggiamo onorando il territorio, che la fa da padrone in carta. Avete voglia di mangiare pesce e non abitate al mare? Non ho dubbi sulla risposta!

Contatti

RISTORANTE DA NADIA

Via Camillo Benso Conte di Cavour 7, Erbusco (BS)
030/7040634 - 338/7565732
info@ristorantedanadia.com
www.ristorantedanadia.com

ADV

Leggi anche


Se siete a Verona per il Vinitaly, fate tappa al 12 Apostoli

Gaspare Scaruffi il 13 apr 2018

Tempura di mare in riva al Tevere

Andrea Febo il 05 apr 2018

Che bellissima avventura

Davide Paolini il 03 apr 2018