Il chiosco superstar

A Forlì ha aperto i battenti Benso, il chiosco con la consulenza di Pier Giorgio Parini



Il 2018 sarà l’anno del chiosco, tendenza di un format che succederà al food truck. Dopo il successo milanese di Exit dello chef uruguagio Matias Perdomo, a Forlì ha aperto i battenti, poche settimane fa, dopo una lunga attesa burocratica, Benso (nome che deriva dalla location, in piazza Cavour), un tempo punto di ristoro dei Giardini Orselli. Questi due chioschi hanno alcune caratteristiche comuni: la location con l’imprinting di un design e dietro al menu uno chef di vaglia, Benso ha la consulenza dello chef Pier Giorgio Parini.

Il recupero sociale di una piazza disastrata

Benso è una struttura molto piacevole, una parte in muratura con una vetrata scenografica, tavoli di design senza apparecchiatura: in un cassetto, per guadagnare spazio, sono riposte le posate e il tovagliolo (come usa a Copenaghen). Un recupero "sociale" di un chiosco disastrato in una piazza assai chiacchierata, peccato che ancora non si possa cenare sui tavoli esterni, sotto gli eleganti ombrelloni neri, intonati al look del locale. La carta è agile, moderna, con variegate possibilità di scelta: una decina di assaggi ridotti (mezze da 7 a 10 euro), sei piatti di portata, due proposte di menù (a 45 o 50 euro). La carta dei vini di Simone è un esempio di ricerca.

Piatti intriganti e dolci da urlo

I piatti necessitano di una spiegazione perché dietro alla presentazione, quale "lasagnetta al green", si scoprono dei maccheroni stracotti, frullati, tirati a sfoglia colorata con pasta di spinaci, quindi essiccata e fritta. Mammamia che lavorazione! Ma il risultato è davvero intrigante: si assaggia una lasagna tradizionale farcita di besciamella e ragù brasato, ma con cialde di pasta, friabili e leggere in luogo della sfoglia di spinaci. Non di meno impegnativo in cucina, ma immediato al gusto, è il "carbone di mare", ovverosia seppie stracotte e impanate con un pane ammollato nel loro nero, passate alla piastra e condite con una crema di bietole e rafano fermentato e un ciuffo di insalata cotta. Come detto, le proposte sono diverse, ma sempre con tecniche di cucina originali o con accostamenti impensati: spaghetti acciughe e liquerizia o riso squacquerone affumicato e stridoli, non manca la semplicità con “pollo e rosolacce”. I dolci sono da urlo...Di piacere (nocciola e caffè, riso bianco).

Contatti

BENSO - PUBBLICA RISTORAZIONE

Piazza Cavour, Forlì
346.1167238
info@bensofood.com

ADV

Leggi anche


Da Flora, un ristorante fresco e creativo

Valentina Colombo il 18 lug 2018

In Salento, Iolanda e i suoi 83 anni di pasta fresca

Davide Paolini il 16 lug 2018

Roma, da Pianostrada a Pianoalto

Andrea Febo il 10 lug 2018