Il paradiso della carne alle porte di Milano

Il ristorante Asina Luna propone una succulenta vetrina di carni di qualità grigliate a vista


Ho sempre fatto il tifo per le periferie: credo che siano i luoghi in cui, lontano dalla banalità del centro, si possa scoprire l’anima più profonda di una città. Loro hanno ripagato spesso la mia simpatia, regalandomi sorprese. Una delle ultime è un locale alle porte di Milano che già dal nome mi piace: Asina Luna, come l’asina innamorata del giovane uomo protagonista della canzone di De Andrè Monti di Mola. A Peschiera Borromeo, tra l’aeroporto di Linate e l’Idroscalo, il ristorante Asina Luna propone una gustosa cucina di carne e di pesce sia tradizionale, sia rivisitata in chiave moderna.

Ad accoglierci i bravi titolari, Riccardo Succi (in cucina) e la moglie Tiziana Dinoia (maitre e sala). L’ambiente è minimalista, ma curato nei dettagli: mobili d’arte nouveau, che Riccardo ha ereditato dalla nonna, niente tovaglie per non nascondere dei tavoli che sono opere d’arte, composti da liste di vecchie imbarcazioni di pesca indonesiane in teak marino. Il cavallo di battaglia della casa è la carne alla brace.

Anzi, le carni: tutte di qualità ed esposte in una vetrina all’ingresso del locale, con il nome del taglio, la provenienza e la frollatura, vengono grigliate a vista su brace di marabù. Si va dalla Scottona Bavarese al Tomahawk, dal T-Bone alla fiorentina frollata 80 giorni e ricoperta da grasso nobile di vitello, dal filetto di Elcano al Kobe Wagyu giapponese, dalla galiziana all’Angus del Nebraska. Attigua è l’”altra” cucina, quella tradizionale, anch’essa a vista, che propone piatti classici, realizzati con materie prime d’eccellenza fornite da produttori fidati: dalla seppia in umido con porcini al risotto, al prosciutto iberico Pata Negra tagliato al coltello. La pasta è fresca e viene fatta tutti i giorni in cucina, così come i dolci.

La carta dei vini propone un centinaio di etichette divise per tipologia, regione e abbinamenti, con una piccola selezione di vini stranieri. L’offerta comprende i grandi rossi toscani e piemontesi – per esempio Ornellaia Bolgheri Superiore o Tignanello Antinori, oppure Barolo Sarmassa di Marchesi di Barolo o Dogliani “Papà Celso” di Abbona – i bianchi del Nord Est, come il Riesling Praepositus di Abbazia di Novacella o il Collio Friulano riserva Russiz Superiore. A Natale il corpo chiama piatti di carne e lo spirito vuole fuggire dalla frenesia milanese, ricordate di prenotare.

Contatti

ASINA LUNA

Via della Resistenza 23, Peschiera Borromeo (MI)
02 55300205
info@asinaluna.it
www.asinaluna.it

ADV

Leggi anche


Vico Equense, eccellente Tradizione!

Davide Paolini il 10 giu 2019

Nel Gargano, un ristorante a picco sul mare

Davide Paolini il 05 giu 2019

A Milano le caramelle plastic free

Cristina Rombolà il 21 mag 2019